L’Errore di Cartesio – 23 marzo 2017

Ispirate dalle parole di Oliver Sacks, sta sera vi abbiamo raccontato di musica che cura:

“Nell’ospedale in cui lavoro e in una serie di case di cura per anziani dove presto servizio, ci sono molte persone che soffrono di Alzheimer o hanno altri tipi di demenza. Alcuni di loro sono confusi, altri sono agitati, altri sono letargici, alcuni hanno quasi perso la capacità di parlare. Ma tutti loro, senza eccezioni, reagiscono alla musica. Specialmente quando si tratta di vecchie canzoni o di canzoni che conoscevano. Sembrano toccare certe corde della memoria ed emotività che altrimenti sarebbero inaccessibili per loro. È davvero sorprendente vedere persone assenti e cupe reagire immediatamente alla musicoterapia o a una canzone familiare. All’inizio sorridono, poi in qualche modo tengono il ritmo e alla fine lo seguono. In un certo senso riconquistano quel periodo delle loro vite e quella identità che avevano quando hanno ascoltato la canzone per la prima volta. Sono affascinato dal potere della musica di integrare e curare: la musica è il più completo farmaco non chimico.”

Riascolta la puntata qui

… nella prossima puntata… esperimento radiofonico, L’errore di Cartesio e Mav&Rick Caffè insieme per un’unica grande puntata all’insegna della psicologia nel cinema… sempre di giovedì, sempre su Viviradio, per questa volta eccezionalmente alle 21.30…